Informativa

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per effettuare statistiche di utilizzo. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Autovalutazione di Istituto

 

Il concetto di qualità dell’istruzione è presente fin dal Trattato istitutivo della Comunità europea (Roma 1957). Successivamente il Consiglio d’Europa (1995) ha presentato la qualità dell’istruzione come dipendente da molti fattori, ma correlata soprattutto all’analisi delle esigenze, allo sviluppo dei contenuti e organizzazione della formazione e soprattutto alla valutazione dei risultati.

Infine Lisbona 2000 ha posto come obiettivo dell’Europa la qualità del sistema di istruzione e formazione professionale, pur nella diversità degli stati membri, come fondamentale traguardo legato al miglioramento del lavoro e alla possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro, possibilità intesa proprio come opportunità per tutti i giovani, che saranno autonomi, con competenze spendibili nella società al fine di una realizzazione personale e della società.

In Italia per molti anni non si è recepita questa istanza di qualità nella pubblica amministrazione e di conseguenza anche nella scuola. Semmai si è sempre parlato della qualità dell’insegnamento, fondamentale aspetto nella vita scolastico, ma mai della qualità della gestione, dell’offerta scolastica nella sua globalità, del servizio.

Negli ultimi dieci anni, tuttavia, è partito un forte movimento in tal senso, sia proveniente dall’alto (P.A., MIUR, ecc.) sia anche come esigenza dal basso. Anche da parte dei genitori, degli enti locali, c’è stata una maggiore richiesta di qualità. Ad esempio, basti pensare al passaggio dal fornire finanziamenti a pioggia a inviarli su progetto,  con monitoraggi sempre più accurati e con maggiore visibilità. Si è cominciato a veicolare teorie quali il controllo  e la valutazione e a introdurre un sistema di controlli interni alla Pubblica Amministrazione con il D.lgs n°286 del 1998 sul “Monitoraggio e valutazione dell’azione amministrativa e della gestione”.

L’attività didattica invece è stata affidata all’Invalsi che attraverso un vero monitoraggio del sistema di istruzione e delle conoscenze e competenze raggiunte dagli studenti ha spinto nella direzione della qualità.

Da tutto ciò si evidenzia come sia fondamentale una cultura della qualità da creare all’interno delle istituzioni scolastiche in ogni occasione: valutazione delle attività, dei progetti, della qualità dell’insegnamento., ecc.

Ecco perché l’Istituto è andato nella direzione dell’autovalutazione sempre più strutturata; al sistema di questionari interni dedicati a tutte le componenti dell’istituto, ha affiancato l’avvicinamento al sistema di qualità CAF. Il Common Assessment Framework (denominato CAF) è uno schema per l'autovalutazione della qualità delle amministrazioni pubbliche europee. Nato nel 2002 da una sperimentazione su amministrazioni europee, oggi il modello  è diffuso a livello europeo per la sua capacità di analizzare le performance organizzative in diversi ambiti.

L'Istituto ha costituito un gruppo di lavoro e studio sul sistema dell'autovalutazione e del miglioramento che lavora ogni anno con varie modalità.

Negli ultimi anni, l'attività si è fatta più strutturata per una serie di normative che hanno evidenziato la modalità di lavoro comune a tutte le scuole. Nel sito MIUR dedicato al Sistema Nazionale di Valutazione (SNV) sono riportate le specifiche del lavoro da svolger, le normative, le opportunità di aggiornamento per le scuole.

Il documento fondamentale da compilare è il RAV.

Il processo di valutazione, definito dal SNV, inizia infatti con l'autovalutazione. Lo strumento che accompagna e documenta questo processo è il Rapporto di autovalutazione (RAV). Il rapporto è composto da più dimensioni ed è aperto alle integrazioni delle scuole per cogliere la specificità di ogni realtà senza riduzioni o semplificazioni eccessive. Il rapporto fornisce una rappresentazione della scuola attraverso un'analisi del suo funzionamento e costituisce inoltre la base per individuare le priorità di sviluppo verso cui orientare il piano di miglioramento.

Nel sito sono riportate le principali attività svolte negli anni in cui la scuola ha lavorato autonomamente e tutto il nuovo processo del SNV.

coccarda

Cerca

PON

PNSD

Comunicati

Visite al sito

Today592
Yesterday1005
This week4774
This month15809
Total987625

Visitor IP : 54.145.83.79 Visitor Info : Unknown - Unknown Venerdì, 19 Ottobre 2018 13:31

Who Is Online

Guests : 21 guests online Members : No members online
Powered by CoalaWeb
Free business joomla templates