Informativa

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per effettuare statistiche di utilizzo. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Alunni diversamente abili

divers abiliL'istituto comprensivo Don Milani  si propone l'obiettivo di consentire a ciascuno il pieno sviluppo delle proprie potenzialità e di offrire agli alunni disabili ogni possibile opportunità formativa. La scuola, per concretizzare l'inclusione scolastica degli alunni disabili, si propone di coinvolgere genitori, insegnanti, operatori scolastici e sanitari per dar valore all'integrazione dei bambini affinchè l'esperienza scolastica sia significativa e stimolante. Attraverso l'individuazione della funzione strumentale si vuole realizzare un progetto educativo che rende effettivo il diritto allo studio delle persone disabili tramite dotazioni didattiche, tecniche e piani educativi individualizzati calibrati sulle esigenze/potenzialità degli alunni.

 L'inserimento degli alunni in situazione di handicap nelle sezioni/classi è finalizzato alla piena integrazione di ognuno. Nell’assegnazione dei docenti alle classi, nella formulazione degli orari e dei criteri di utilizzo delle risorse disponibili (spazi e attrezzature) l’istituzione scolastica presta particolare attenzione alle classi e alle sezioni in cui sono inseriti alunni in situazione di handicap. Per ciascun alunno in situazione di handicap, la scuola, in collaborazione con la famiglia e con gli specialisti del servizio territoriale di Neuropsichiatria Infantile, predispone un apposito "piano educativo individualizzato".

I principali obiettivi del processo educativo sono quindi:

bullet12 infondere fiducia nelle possibilità dell'alunno portatore di handicap;

bullet12 favorire la valorizzazione degli aspetti positivi e gratificanti della sua esperienza;

bullet12 promuovere attività finalizzate al suo futuro inserimento nelle scuole di ordine superiore e nella società.

IL DOCENTE DI SOSTEGNO
Il docente di sostegno è contitolare delle sezioni e delle classi. La sua figura "resta senza dubbio essenziale e insopprimibile, allo stato dei bisogni e della normativa". Egli costituisce una "risorsa" della scuola e nella scuola, non è una figura sostitutiva, bensì "supporto ad evidenziare ai colleghi stessi i nodi metodologici e didattico-disciplinari in cui si inceppa l'azione di educazione ed istruzione nei confronti dei soggetti in situazione di Handicap.

h1In sintesi, le competenze dell'insegnante di sostegno sono:

bullet12 lettura ed analisi dei bisogni degli alunni H (diagnosi funzionale);

bullet12 osservazioni sistematiche;

bullet12 lettura del profilo dinamico funzionale;

bullet12 coordinamento della programmazione;

bullet12 gestione dei rapporti e delle relazioni con l'alunno, famiglia, colleghi ed operatori delle altre istituzioni.

Affiancano i docenti gli AEC, gli assistenti educativi che sono individuati dal Comunesoprattutto per sviluppare l'autonomia dell'alunno. Nel nostro Istituto svolgono numerosi progetti, anche in modo autonomo.

La scuola, tramite l'insegnante di sostegno, l'educatore e i componenti dei singoli Team e Consigli di Classe, realizza un processo che permette al singolo alunno portatore di handicap di usufruire di tutte le opportunità educative presenti, al fine di sviluppare le sue potenzialità. Ogni caso specifico viene trattato nella stesura del piano educativo individualizzato (PEI), formulata dal Team e dal Consiglio di Classe, in collaborazione con i docenti, la famiglia e gli operatori medici e sociali.

 

 

 

 

 

 

 

Cerca

PON

PNSD

Comunicati

Visite al sito

Today616
Yesterday1211
This week1827
This month22000
Total1102804

Visitor IP : 54.90.204.233 Visitor Info : Unknown - Unknown Martedì, 19 Febbraio 2019 11:50

Who Is Online

Guests : 35 guests online Members : No members online
Powered by CoalaWeb
Free business joomla templates