Informativa

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per effettuare statistiche di utilizzo. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Indirizzo musicale

Le discipline di strumento musicale sono entrate a pieno titolo nel curricolo dell’Istituto.

A partire dall’anno scolastico 2009-2010 la scuola secondaria è stata infatti autorizzata ad avviare l’insegnamento dei seguenti strumenti: corno, flauto, pianoforte e violino, secondo il decreto 201 del 6 agosto 1999. 

concerto natale 1La musica è luogo di crescita e un’opportunità formativa di livello per sviluppare le potenzialità creative ed espressive di ciascuno, nel rispetto delle fasi di sviluppo dei discenti.

Gli studi sull’intelligenza ribadiscono l’importanza della musica vissuta grazie alle esperienze concrete, in un’ottica che rifiuta il punto di vista accademico e specialistico. E dunque i ragazzi sono messi in condizione di partecipare all’esperienza della musica, suonare insieme, per imparare a seguire, ascoltare, rispettare l’altro, per lavorare su un progetto comune. La musica è uno speciale strumento di riscatto pedagogico, occupazionale, morale della gioventù.

La musica è strumento elettivo di educazione, non solo per merito delle sue leggi specifiche, ma specie per le numerose correlazioni con altri campi del sapere. Pertanto l’Istituto ne valorizza l’insegnamento nel Piano dell’Offerta formativa, nella realtà di ogni lezione scolastica, nella preparazione degli allievi in vista della partecipazione alle rassegne, alle performance, ai saggi, ai concerti. La lezione individuale e quella collettiva di strumento concorrono, entrambe, allo sviluppo degli ambiti intellettuali, spirituali, sociali, professionali, riscattando i giovani da una vita che potrebbe indurli a fenomeni di devianza ed educandoli all’armonia dei rapporti interpersonali per creare “bellezza” attraverso i suoni.

orchestra

L’insegnamento dello strumento musicale si configura come specifica offerta formativa della scuola e non va confuso con le attività di laboratorio, né con le extracurricolari.

Per accedere ai corsi di strumento della secondaria di primo grado è necessario farne esplicita richiesta al momento dell’iscrizione.

  1. l’insegnamento, dopo la scelta all’inizio della scuola secondaria di 1°, è obbligatorio e non è consentito in alcun modo sottrarsi a questo insegnamento.
  2. L’insegnamento dello strumento si configura come l’insegnamento di una qualsiasi altra materia e pertanto concorre alla valutazione: “L'insegnante di strumento musicale, in sede di valutazione periodica e finale, esprime un giudizio analitico sul livello di apprendimento raggiunto da ciascun alunno al fine della valutazione globale che il consiglio di classe formula” (art.7 DM 201/99)La disciplina viene valutata come le altre, con voti espressi in decimi.
  3. La competenza viene espressa anche in sede di esame di licenza media, quando l’allievo è chiamato ad esibirsi col proprio strumento, nonché a dar prova delle sue conoscenze teoriche. In sede di esame di licenza viene verificata, nell'ambito del previsto colloquio pluridisciplinare, anche la competenza musicale raggiunta al termine del triennio sia sul versante della pratica esecutiva, individuale e/o d'insieme, sia su quello teorico” (art.8 DM 201/99).
  4. Gli allievi iscritti al corso di strumento hanno un incremento orario di lezione che può variare da due a quattro ore settimanali circa. 
  5. Le attività musicali si svolgono nel pomeriggio, dalle ore 14.30 alle ore 19.00 dal lunedì al venerdì: gli studenti partecipanti possono accedere al servizio mensa del comune, rimanendo all’interno della struttura scolastica e sotto la sorveglianza dei docenti.
  6. Per accedere ai corsi, gli allievi che optano per l’indirizzo musicale sono chiamati ad affrontare una semplice prova attitudinale, utile per la formazione di una graduatoria prioritaria, e anche nel caso le richieste di iscrizione fossero superiori ai posti disponibili.
  7. Il test attitudinale può essere affrontato anche da coloro che non posseggono specifiche competenze musicali. In totale, ogni anno, vengono ammessi 24 allievi, ripartiti sulle 4 classi di strumento.

Le competenze acquisite nella scuola ad indirizzo musicale sono spendibili per il proseguimento degli studi musicali (liceo musicale) e per la partecipazione alla vita culturale, in gruppi musicali, associazioni artistiche e quant’altro viene offerto dal territorio.

 

Il test attitudinale

Il test viene effettuato, in genere, successivamente al termine delle iscrizioni e consiste di due prove:

  • la prova scritta è un test di memoria e attenzione per i suoni
  • la prova orale consiste nella riproduzione per imitazione di brevi sequenze ritmiche e melodiche, nella sincronizzazione del battito all'ascolto di un brano, nella produzione vocale di una canzone a scelta preparata dall'allievo e nell'eventuale esibizione di un brano strumentale, qualora lo studente sia già in grado di suonare uno strumento.

 

 

Cerca

PON

PNSD

Comunicati

Visite al sito

Today891
Yesterday1057
This week5616
This month22678
Total896278

Visitor IP : 54.81.71.68 Visitor Info : Unknown - Unknown Venerdì, 22 Giugno 2018 21:07

Who Is Online

Guests : 119 guests online Members : No members online
Powered by CoalaWeb
Free business joomla templates