Informativa

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per effettuare statistiche di utilizzo. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Sport Progetto di vita

Una bella iniziativa alla scuola secondaria Don Milani. Le classi hanno aderito al progetto "Sport modello di vita" e realizzato approfondimenti in classe e manifestazioni sportive.
Guarda anche le foto dei cartelloni e delle mattinate per lo sport (link).

Il progetto, rivolto alle classi prime, seconde e terze dell’Istituto, è stato attuato grazie alla collaborazione di due insegnanti, la prof.ssa Pipoli di Educazione fisica e la prof.ssa Fabrizio di Approfondimento, le quali seguono entrambe le nove classi della scuola secondaria.

Il nostro Istituto ha voluto valorizzare lo sport e soprattutto i valori che da esso possono essere veicolati, principi fondamentali nella formazione della personalità degli studenti che forniscono inoltre i presupposti per l’acquisizione di stili di vita corretti e salutari. Lo sport, quando correttamente praticato, può infatti trasmettere valori quali il rispetto delle regole, dei compagni, degli avversari, divenendo mediatore importante, soprattutto nell’adolescenza, di relazioni ed incontri fondamentali per il “benessere” della persona.

I tempi richiesti dalla realizzazione del progetto sono stati circa due mesi, da metà novembre a metà gennaio, data delle attività sportive conclusive.

Durante le prime lezioni le insegnanti, nel loro rispettivo orario, hanno presentato le varie tematiche da proporre agli studenti, quelle riguardanti i valori formativi dello sport che erano previste nel progetto:

  1. Lo sport come modello di un corretto e sano stile di vita;
  2. Lo sport come inclusione sociale e rispetto del prossimo;
  3. Lo sport a tutela della salute;
  4. Lo sport come integrazione alla diversità.

I vari temi sono stati affrontati inizialmente attraverso il ricorso a letture antologiche del testo di italiano adottato dalle classi, all’interno del quale vi è una sezione dal titolo: “Attivi, forti, corretti: sportivi”.

Dopo aver approfondito le varie tematiche trattate, è stato proposto alla classe di lavorare in gruppo alla realizzazione di cartelloni (illustrazioni e didascalie) trattanti i suddetti temi. In tal modo, già durante il lavoro in classe, si verificava e si “allenava” lo spirito di confronto, collaborazione, rispetto dell’altro, delle sue idee, sperimentando le attitudini o difficoltà di ognuno.

Ciascuno studente aveva la possibilità di scegliere autonomamente il tema che trovava più interessante, che avrebbe approfondito a casa attraverso la realizzazione di un bozzetto preparatorio (disegno / commento scritto o entrambi).

Ogni lavoro preparatorio veniva spiegato ai compagni i quali sceglievano, per votazione, quali disegni ritenevano più rappresentativi per illustrare il tema prescelto.

Seguiva una seconda fase in cui i bozzetti venivano raggruppati per tematica; si procedeva poi, ove possibile, al “raggruppamento” di più disegni preparatori in uno solo, in modo che ognuno vedesse una propria idea, o parte di essa, realizzata nell’elaborato finale.

Ogni classe è stata suddivisa in 4-5 gruppi di lavoro, creati in base agli interessi emersi negli studenti. L’obiettivo comune di realizzare un cartellone (disegni e didascalie) ha favorito un clima di rispetto e collaborazione, un vero e proprio “lavoro di squadra”, preparatorio, a sua volta, di ciò che sarebbe stato attuato “in campo” (palestra).

Gli elaborati finali sono stati esposti alle pareti della palestra, collocazione ottimale per sottolinearne i legami con la pratica sportiva, nonché sfondi ideali delle partite finali. Tutti i valori emersi a livello teorico venivano così a trovarsi rappresentati nel luogo del loro realizzarsi a livello pratico, in particolare i concetti di inclusione e rispetto.

Un secondo momento infatti, di carattere pratico, ha riguardato tre mattinate dedicate all’attività sportiva (mese di gennaio), durante le quali gli alunni delle nove classi hanno dato vita ad una manifestazione all’interno della palestra della scuola. I giochi sportivi sono stati i seguenti:

• esibizione di palla rilanciata tra le classi prime (14 gennaio)                                                              

• esibizione di pallavolo tra le classi seconde (15 gennaio)

• esibizione di pallavolo tra le classi terze (16 gennaio)

Dato il carattere educativo e formativo del progetto, le esibizioni sono state organizzate sotto forma di incontri amichevoli e non di tornei; per favorire un sano e corretto confronto, parte dell’arbitraggio è stato affidato ad alcuni di loro, come anche la responsabilità di segnare il punteggio, con l’obiettivo di far vivere ai ragazzi un’esperienza sportiva coinvolgente, in modo che ognuno di loro si sentisse protagonista. Gli alunni hanno dimostrato interesse ed impegno nelle varie fasi delle attività proposte ed una partecipazione costante, dovuta anche al tema che li coinvolge da vicino.

                L’adesione al progetto ha contribuito a sottolineare, sia a livello teorico che pratico, l’importanza dello sport nel processo di crescita, nella formazione del carattere, come corretta condotta di vita attiva e dinamica, come momento di aggregazione, di socializzazione, di inclusione sociale, ma principalmente ha permesso di soffermarsi attentamente sul valore del rispetto, in un parola: fairplay (gioco corretto).


Cerca

PON

PNSD

Comunicati

Visite al sito

Today686
Yesterday1227
This week4710
This month14921
Total1797735

Visitor IP : 3.237.200.21 Visitor Info : Unknown - Unknown Venerdì, 18 Settembre 2020 14:10

Who Is Online

Guests : 16 guests online Members : No members online
Powered by CoalaWeb
Free business joomla templates