Informativa

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per effettuare statistiche di utilizzo. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Una secondaria "tecnologica"

Nella scuola si sta passando da una scuola del programma a una scuola del curriculo, in altre parole si promuove una comunità di  apprendimento in cui il curriculo è centrale: si attribuisce importanza non solo ai saperi ma alle metodologie, modalità relazionali, strumenti ed ambienti di apprendimento. In particolare nella sezione a indirizzo tecnologico si cerca di raggiungere maggiori competenze specifiche nel campo dei sistemi informatici, dell’elaborazione dell’informazione, delle applicazioni e tecnologie web. A tal fine è necessario anche educare gli studenti ad un uso consapevole e responsabile  della rete e dei nuovi mezzi di comunicazione.

Ecco perchè l'istituto sta sperimentando con successo una modalità di lavoro "tecnologica", per la quale, nel monte ore dell'indirizzo normale, 30 ore settimanali, vengono utilizzati gli strumenti tecnologici nella didattica.
L’alunno quindi può raggiungere nuove competenze, lavorando sulle conoscenze e abilità, cercando di:

  • conoscere i sistemi informatici e di elaborazione dell'informazione, le applicazioni web, le reti e gli apparati di comunicazione
  • analizzare, progettare e gestire sistemi e reti informatiche
  • tenere conto della normativa in materia di sicurezza e di privacy
  • comunicare in modo efficace sia nella forma scritta che orale
  • lavorare in squadra
  • conoscere le caratteristiche di base di dispositivi e strumenti
  • descrivere e confrontare il funzionamento di dispositivi e strumenti elettronici e di telecomunicazione

A titolo di esempio, elenchiamo alcuni ambiti in cui si svolge il processo di insegnamento/apprendimento:

  1. Il progetto etico-sociale "EIPASS Junior 4 School" nasce con la finalità di promuovere, sin dai primi anni di scuola, l’introduzione di buone prassi per un corretto approccio all’informatica. In linea con quanto previsto dal Syllabus di Elementi di Informatica per il primo ciclo e con le Direttive Comunitarie di Cittadinanza, EIPASS Junior fornisce  ai ragazzi  tutti gli strumenti per avviare e consolidare le competenze digitali di base, promuovendo allo stesso tempo l’analisi di situazioni in ambito logico-matematico, il Problem Solving, l’algoritmizzazione di procedure, la rappresentazione e gestione di base di dati e informazioni.  In seguito al superamento di un esame finale sarà consegnato la certificazione EIPASS Junior  che è un titolo riconosciuto e spendibile in ambito scolastico, concorsuale e professionale. Per ulteriori  informazioni, invitiamo a visitare la sezione dedicata sul sito web www.eipass.com.
  2. “CLASSE VIVA Interactive” (https://web.spaggiari.eu): l’uso in modo sistematico di questa risorsa permetterà di rendere la didattica interattiva e collaborativa, così da poter sperimentare nuove metodologie didattiche. Infatti la piattaforma condivisa di ClasseViva interactive segue i ragazzi a casa: dai device casalinghi sarà possibile rivedere, studiare, interagire, commentare e chiedere aiuto direttamente ai docenti o ai compagni.Gli alunni saranno dotati di una password personale per permettere il coinvolgimento e la comunicazione sia tra alunno e docente sia tra alunni della stessa classe.
  3. In classe sono disponibili tablets che possono costituire un ausilio importante al metodo di insegnamento tradizionale e all’operatività a scuola in genere. Con il loro semplice accesso a risorse multimediali, i tablets permettono agli alunni di fissare i concetti affrontati attraverso associazioni visive e animazioni. La strutturazione degli argomenti attraverso forme quali l'ipertesto, le immagini e le animazioni video consente di approfondire particolari temi e di valorizzare le capacità di tutti gli alunni.
  4. L’uso di software, come programmi video, programmi audio ha permesso di svolgere anche un approfondimento delle abilità degli studenti nello studio delle lingue straniere, in particolare dell’inglese.
  5. Orario in parallelo: sono previste alcune ore in parallelo di matematica e italiano, allo scopo di dividere i gruppi classe e formare gruppi di alunni provenienti dalle varie sezioni che lavorino su tematiche diverse, sia per approfondimento che per recupero.
  6. Robot@school: la robotica educativa è un percorso che si propone di fornire un nuovo tipo di approccio alle nuove tecnologie ed all’uso del computer attraverso l’insegnamento dei principi elementari della robotica, del funzionamento dei sensori e nella programmazione del robot. In questa attività è necessario utilizzare competenze provenienti da più discipline come la matematica, la fisica, l’informatica.
  7. Redazione web:  semplice creare un blog sotto la guida di docenti e di operatori qualificati. I ragazzi si sono così coinvolti che quando c'è una attività, a cui la classe partecipa, sono i primi a volerla comunicare nel blog della classe.  I ragazzi sono inizialmente aiutati nella parte organizzativa del lavoro (salvataggio, uso di wordpress, preparazione delle immagini, ...) ma poi diventano pronti e abili  nel pubblicare ogni articolo.
  8. Progetto di “Educazione Ambientale” finanziato dalla Regione Toscana e dal LAMMA Meteo dal titolo “T.I.C. e impatto ambientale”. Il progetto è stato svolto in collaborazione con gli operatori di “Libera Informatica” ed ha portato all’elaborazione da parte degli alunni di presentazioni in Impress degli argomenti trattati. Durante il progetto oltre a sviluppare le tematiche ambientali, si toccato alcuni argomenti quali le  caratteristiche del software libero, licenze d’uso, creative commons, copyright e copyleft.
  9. “Passeggiate nella scienza” un incontro in classe che ci ha portato alla scoperta di alcuni luoghi e personaggi della scienza a Firenze: tramite google maps, ogni gruppo ha “seguito” virtualmente gli spostamenti di alcuni scienziati.

L'indirizzo Tecnologico è curricolare, cioè presente in tutte le sezioni.

Dall'anno 16-17 è attivo anche un nuovo progetto: le famiglie effettuano l'acquisto di libri sia in formato digitale che cartaceo e, con l'ausilio di un tablet e utilizzando una formazione sia per gli alunni in classe che per le famiglie, le classi operano sia con i libri tradizionali sia con quelli digitali.

Cerca

PON

PNSD

Comunicati

Visite al sito

Today610
Yesterday1005
This week4792
This month15827
Total987643

Visitor IP : 54.145.83.79 Visitor Info : Unknown - Unknown Venerdì, 19 Ottobre 2018 13:56

Who Is Online

Guests : 15 guests online Members : No members online
Powered by CoalaWeb
Free business joomla templates